Considerazioni sul Teatro ad Ancona

Testo di Loretta Antonella, che ringraziamo per il contributo.

Cosa vorrei si realizzasse per il Teatro ad Ancona? Vivacità, opportunità per chi si cimenta in questo fantastico mondo, pluralità di operatori, attenzione per le nuove generazioni che inevitabilmente portano innovazione e fermento.

In questi anni si è assistito alla stabilizzazione degli Enti Teatrali Istituzionali, alla concentrazione degli spazi teatrali verso un unico ente che non è riuscito a redistribuire sul territorio anconetano determinando la perdita di opportunità e di sperimentazioni per gli artisti del luogo che si vogliono cimentare in questa arte. Non è un caso che non siano “nati” in questi anni nuovi gruppi teatrali o artisti. Anzi, quello che è avvenuto è una sorta di diaspora: molti hanno preferito andare via da Ancona, poiché non è stata più considerata una città ospitale per il teatro.

Obiettivo primario per sviluppare e far ritornare viva l’attività teatrale è la condivisione tra le associazioni teatrali e gli artisti di uno spazio teatrale, che permetta di re-innescare un sano e vivace sviluppo teatrale.

Nessun artista è nato famoso, ma lo è diventato.

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *