Diario di un’artista in quarantena 2 – IL PROGRESSO SCIENTIFICO E LA GESTIONE DEL GOVERNO AL TEMPO DEL CORONA VIRUS.

Fase 1 che dura dai primi di marzo, durerà fino al 3 maggio e siamo a due mesi… per la fase 2? Non sanno i morti effettivi, intorno ai 18mila , quindi…20mila, in realtà dicono 70, 80 mila …ma sono solo congetture. Non sanno quanti sono i positivi perché non fanno i test, non ci sono ancora? non li vogliono fare? Non li hanno fatti neanche a chi ha avuto morti di covid in casa e non li fanno ai deceduti. Non sanno dei guariti, quanti sono effettivamente immunizzati; ci sono dei test seriologici per verificarlo ma forse arrivano tra 15 giorni, quindi 20… un eternità. Tutti impegnati a gestire lo “tzunami”, il nemico invisibile di cui sanno quasi niente. Come? Tutto il personale sanitario, lasciato a lavorare, spesso con presidi di sicurezza insufficienti. Protocolli inesistenti o inattuati. Evito di insistere nel balletto comunicativo delle mascherine: con, senza, la si, qua no, introvabili, poi trovabili a prezzi da sciacalli, poi ci arriveranno tonnellate di mascherine per tutti gratis… mai viste. Aiuti da altre nazioni, beneficenza e raccolte di soldi come se non ci fosse un domani… e dove cazzo sono finiti? La Lombardia : il fiore all’occhiello….esempio terribile di inefficienza, a parte il personale sanitario che si è fatto il culo a mani nude, in prima linea, ve lo ricordate? No! lasciamo tutto aperto! Usciamo, compriamo , viaggiamo, le aziende non possono chiudere! Partite di calcio in stadi pieni fino all’ultimo. Chissà com’è ch’è esploso in lombardia???? Anziani lasciati morire nelle case di riposo,mettendo a rischio tutti, operatori e parenti. Paesi focolaio non chiusi come zone rosse perché zona delle fabrichette degli amichetti ricchi, che non volevano chiudere e non hanno chiuso. Dicevamo fase 2: il ritorno alla “normalità”, si?, no?, quando? Come? Boh! Gli scienziati… ma solo alcuni, dicono che per uscire dalla prigionia, per stare tranquilli ci vuole almeno il 50% dell’immunità di gregge e siamo al 5%, ma così a occhio! Non facendo nessun tipo di controlli! E poi ritorno alla “normalità”, si perché la gente tra un po’ muore di fame. Ci danno i soldi, non ce li danno, quanti e a chi? A tutti, a molti?Europa si o no?Mes o Corona bond? o James Bond? Poco chiaro. Domande all’Imps: va in tilt! Ma nel frattempo, quale normalità? Tornare gradualmente a continuare a inquinare, distruggere il pianeta e continuare ad ammalarci? Nel frattempo c’è stato qualcuno che ha pensato ad un nuovo modello di sviluppo, nuovi modi e tempi di produrre? E cosa continuare a produrre e cosa mai più? Hanno pensato a delle regole eco sostenibili più stringenti? Perché non hanno messo mano ad un piano di riconversione delle fabbriche per produrre ciò che serviva a combattere questo epidemia? Tipo perché le fabbriche di armi, di F35 hanno continuato a produrre indisturbati? Sono beni di prima necessità???? O Amazon, che vende di tutto , senza nessuna sicurezza per i dipendenti e che hanno pure venduto mascherine e altri presidi a prezzi da sciacallo? E quante altre fabbriche , raffinerie, acciaierie? Gli scienziati ci dicono sempre cosa bisogna fare: 1- i tamponi (solo da poco e solo alcuni).2-Tracciamento degli infetti 3- quarantene mirate ecc…. Ma non hanno fatto e non stando facendo niente di tutto questo! Cure? poco e niente. Vaccino? Tanti annunci, forse si, forse no, tra mesi, anni? In prigionia fino ad allora??????……Cosa fare e come, quale strategie: gli scienziati dicono che dipende dai politici, i politici che dipende dagli scienziati. Ecco. mi chiedo, rispetto alla spagnola di tanti anni fa, quali progressi scientifici e protocolli e tecnologie e strategie sono stati messi in campo, a parte il personale sanitario mandato al massacro? L’unica vera cosa , prima consigliata, poi implorata e poi imposta è… “RESTARE A CASA”… per sempre? … ah dimenticavo..”Lavatevi bene le mani”…. andrà tutto bene.

Tiziana Marsili Tosto

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *