Rifiuto Mancinelli confronto con avversari, Rubini:”Disprezzo per la democrazia da parte della prima cittadina”

La decisione della Mancinelli di rifiutare il confronto pubblico a Torrette tra i candidati sindaco non ci sorprende inserendosi dentro il lungo filone di atteggiamenti insofferenti nei confronti degli elementi essenziali delle democrazia palesati in questi anni dalla sindaco uscente.
Ancora una volta la Mancinelli dimostra non solo di non rispettare i cittadini di questa città, ma di avere una cattivissima abitudine a frequentare esclusivamente salotti buoni e personalità che contano, con buona pace di chi, invece, vorrebbe semplicemente ed umilmente ascoltare e farsi un’idea.
Altra Idea di Città ha fatto della partecipazione , dell’ascolto e della democrazia dal basso il proprio metodo fondante, costruendo un percorso collettivo e assembleare animato da più di 150 cittadini.
Sulla base di queste convinzioni di fondo parteciperemo ad ogni occasione di confronto e discussione con la città, con o senza la Mancinelli e il suo codazzo di fedeli e silenti seguaci.

Ufficio Stampa Francesco Rubini , Candidato Sindaco Altra Idea di Città.

ANCONA: UNA CITTA’ ABBANDONATA A SE STESSA E OFF LIMITS PER I TURISTI

L’articolo di oggi sul resto del Carlino conferma purtroppo un’amara verità : Ancona è una città chiusa per i turisti che sbarcano dalle navi e che vorrebbero visitare le nostre ricchezze storico culturali e archeologiche

E’ inconcepibile che i più bei monumenti che di cui andiamo orgogliosi, siano essi musei, palazzi storici, chiese, siti archeologici rimangano chiusi proprio nei giorni di maggior afflusso di turisti, in gran parte stranieri che dovremmo accogliere nel migliore dei modi, favorendo e organizzando itinerari urbani percorribili praticamente a piedi, in virtù della concentrazione dei beni storico-architettonici e artistici, oltre che paesaggistici, in un’area assai limitata peraltro vicina al porto.

Questa Amministrazione continua a fare proclami promettendo la realizzazione di grandi progetti di recupero, di riqualificazione, di rigenerazione urbana e nel frattempo non si preoccupa di aprire la città a masse di turisti che invece di essere trattenuti e intrattenuti in visite guidate e non, vengono lasciati nelle mani di operatori turistici che li caricano su pullman per essere portati altrove; a Loreto, a Recanati, a Numana e Sirolo, a Genga.

E’ ora di cambiare pagina; è ora di cominciare ad intervenire per abbellire e rendere accogliente la nostra città con una serie di piccoli interventi di riqualificazione e arredo urbano, coinvolgendo tour operator, commercianti, associazioni culturali, guide turistiche, proprietari di immobili storici in un progetto di rilancio e rivitalizzazione di un centro storico che langue abbandonato da troppo tempo al degrado, al traffico, all’incuria pubblica e privata.

Altra Idea di Città pone al primo posto del suo programma l’obiettivo di far rinascere Ancona cominciando dalla cura del suo grande e importante patrimonio storico, architettonico e ambientale.

UNA CANDIDATURA FUORI DAI PALAZZI: FRANCESCO RUBINI SINDACO PER “CONDIVIDERE ANCONA”: SLOGAN DELLA CAMPAGNA ELETTORALE

Formatosi nelle battaglie per il diritto allo studio, la casa, il lavoro e l’ambiente, Francesco Rubini non ha tessere di partito.
Da Sinistra Italiana, dove era stato nominato dirigente nazionale, è uscito a novembre, quando quel partito ha abbandonato il cammino di unità, avviato nei mesi precedenti con le assemblee popolari per la democrazia e l’uguaglianza.

E su quel cammino di unità prosegue il candidato Sindaco di Altra Idea di Città. Chiunque aderisce al movimento ha come primo Garante questo giovane praticante avvocato, preparato e competente, per essere stato 5 anni consigliere comunale: Francesco Rubini è un uomo che ha sacrificato la sua posizione dirigenziale per la causa comune, per “condividere Ancona”.

Altra Idea di Città, con questo suo candidato sindaco, vuole aprire il Comune alla partecipazione dal basso di tutti i cittadini.
Ci aspettiamo una convinta adesione da parte di tutti coloro che condividono i valori di riferimento della nuova lista civica e politica.

Ufficio Stampa
Altra Idea di Città.

Rubini, Altra Idea di Città: “Ad Ancona non servono certificazioni provenienti da Roma, ma un’altra idea di città”

Prosegue il cammino del movimento civico Altra idea di Città, fondato su partecipazione diretta e vera democrazia; le proposte di tutti quelli che hanno voluto e vorranno partecipare a questo percorso stanno diventando programma per il governo della città e lista per la rappresentanza dei cittadini.

Nel frattempo, il Movimento Cinque Stelle e la coalizione a trazione leghista aspettano ordini da Roma senza i quali non si muove foglia, per indicare il candidato sindaco, le liste e i programmi.

Tale circostanza conferma la distanza di queste proposte politiche dalla realtà cittadina e la loro totale dipendenza dalle decisioni politiche dei palazzi romani.

Ad Ancona serve invece un progetto serio di rilancio che veda protagonista chi la città la vive ed intende darle una prospettiva per il futuro: Altra Idea di Città continua a proporsi come movimento civico e politico disponibile a collaborare con coloro i quali vogliano cercare di rispondere a questa necessità.